Lorem ipsum proin gravida nibh vel velit auctor aliquetenean idelit sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem.
1-677-124-44227

info@yourbusiness.com

184 Main Collins Street | West victoria 8007

Lorem ipsum proin gravida nibh vel velit auctor alique tenean sollicitudin, lorem quis.

Donne Distribuiscono Defibrillatori srl è impegnata in questo periodo nella lotta al Coronavirus. Distribuiamo prodotti per prevenire e contrastare la diffusione di COVID-19. Per maggiori informazioni, clicca qui.

Top

L’associazione sportiva Selinunte cardioprotetta da Simona Buono: “Un defibrillatore salva la vita”

Calcio amatoriale, running, arti marziali e molto altro: l’associazione sportiva Selinunte di Castelvetrano, in provincia di Trapani, abbraccia tante discipline figlie dell’amore per lo sport, e si rivolge a tutti gli appassionati: “La nostra squadra di calcio coinvolge persone dai 30 anni ai 70 anni – spiega il presidente dell’associazione Vincenzo Basiricò – Partecipiamo a tornei amatoriali e partite di beneficenza anche all’estero, ma ci guida soprattutto il divertimento. I nostri runner corrono alle maratone di tutta Italia, e le nostre attività di arti marziali sono rivolte in particolare modo ai bambini. Acquistare il defibrillatore è stato un obbligo morale e civile nei confronti di tutti nostri atleti”.

“La consulenza di Simona Buono è stata ottima, precisa e puntuale, e il servizio sorprendentemente celere – prosegue il presidente – Simona ha completato la nostra spontanea intenzione di investire su un dispositivo che può contribuire a salvare tante vite con semplicità. Abbiamo medici e vigili del fuoco tra i nostri atleti, ma abbiamo voluto che tutti imparassero ad utilizzare il defibrillatore attraverso un corso di formazione”. Una questione di coscienza rafforzata dalla necessità di tutelare i propri atleti: “La nostra vecchia società sportiva ha assistito a un arresto cardiaco di un cinquantenne, in campo. Si è salvato, ma con paresi e problematiche che forse si sarebbero potute scongiurare. Ci chiediamo se si sarebbe potuto fare di più, e questo pensiero ci ha sensibilizzati molto. Non vogliamo che capiti ancora, vogliamo essere pronti”.

Share